Come sostenere Casa Almici

Rezzato, mercoledì 23 luglio 2014

I volontari

Importante

Galleria Immagini


COME SOSTENERE CASA ALMICI

Ci sono molti modi per essere concretamente amici di Casa Almici, amici dei nostri nonni ed amici dei ragazzi del CDD.

Ci permettiamo di indicarne alcuni senza tuttavia porre limiti alla fantasia ed alla creatività della solidarietà rezzatese (e non solo) che già in passato ci ha piacevolmente stupito con testimonianze di autentico e profondo affetto.

Fin d'ora grazie a tutti,

DONAZIONI

Codice IBAN: IT 06 Q 08676 55090 000000702223 BCC del Garda Agenzia di Rezzato.

Intestato a AZIENDA SPECIALE "EVARISTO ALMICI" Via Santuario, 3 -25086 Rezzato (BS)

5 X MILLE

Da alcuni anni anche in Italia vi è la possibilità per il contribuente di destinare il 5 per mille dell'Irpef dovuta allo Stato, a sostegno del volontariato e delle Onlus. Non si tratta di un aggravio per il contribuente ma di una semplice indicazione sull'utilizzo di una parte delle imposte che già vengono pagate; la scelta del 5 per mille pertanto non è un obbligo ma una facoltà, non è in contrasto con la scelta dell'8 per mille ma è un'azione aggiuntiva.

L'Azienda speciale "Evaristo Almici" non configurandosi come ente no-profit non può essere ammessa al suddetto contributo ma ritiene opportuno ricordare, a chi lo desideri, che la destinazione del 5 per mille può essere fatta a favore dell'Associazione

 

"Amici della Casa di Riposo Gruppo di volontariato Rezzato"

(C.F. 98074550173)

 

i cui associati ogni giorno prestano gratuitamente la propria preziosissima azione a favore dei nonni di Casa Almici e degli utenti del Centro Diurno per Disabili, supportando gli operatori e promuovendo un ricco calendario di attività di animazione e ricreazione.

Nei modelli predisposti dall'Agenzia delle Entrate (Mod. Integrativo CUD, Modello 730/1 bis, Modello Unico persone fisiche) si può pertanto apporre la propria firma nella prima casella riservata alle ONLUS ed indicare il Codice Fiscale dell'Associazione "Amici della Casa di Riposo Evaristo Almici" di Rezzato (C.F. 98074550173).

 

EVENTI SPECIALI (il matrimonio, l'arrivo di un figlio, la laurea, una ricorrenza importante) CHE POSSONO TRASFORMARSI IN GESTI DI SOLIDARIETA' Lista nozze solidale

Se in occasione del vostro matrimonio non desiderate ricevere regali, ma preferite che parenti e amici contribuiscano a sostenere le attività di Casa Almici che si prende cura delle persone più fragili e quindi più preziose della Comunità rezzatese potete aprire una lista nozze solidale.

Gli invitati che aderiranno alla vostra lista nozze solidale potranno effettuare una donazione a "AZIENDA SPECIALE EVARISTO ALMICI" tramite un bonifico bancario Codice IBAN : IT 06 Q 08676 55090 000000702223 BCC del Garda Agenzia di Rezzato oppure direttamente in Casa Almici presso la Direzione generale.

Voi sposi, a lista nozze conclusa, riceverete un attestato con il riscontro dei fondi raccolti e delle persone che hanno aderito. Gli invitati a loro volta riceveranno da Casa Almici una lettera di ringraziamento, in cui verranno illustrate le attività o il progetto che avranno contribuito a sostenere.

Lista lieti eventi solidale

Anche una nascita, una laurea, un anniversario, il pensionamento o un momento della vostra vita che considerate speciale (Prima Comunione, Cresime etc..) possono diventare un'occasione di solidarietà. Se non desiderate ricevere regali, ma preferite che parenti e amici contribuiscano a sostenere Casa Almici, potete aprire una lista lieti eventi solidale oppure scegliere di fare una donazione singola.

Gli invitati che aderiranno alla vostra lista lieti eventi solidale potranno effettuare una donazione a "AZIENDA SPECIALE EVARISTO ALMICI" tramite un bonifico bancario Codice IBAN : IT 06 Q 08676 55090 000000702223 BCC del Garda Agenzia di Rezzato oppure direttamente in Casa Almici presso la Direzione generale.

 

A lista conclusa riceverete un'attestazione dei fondi raccolti e di chi ha aderito; i vostri cari che hanno effettuato una donazione riceveranno una lettera di ringraziamento in cui verrà illustrato il progetto che avranno contribuito a sostenere.

Se invece preferite effettuare una donazione singola potete farlo:

  • in banca, con un bonifico intestato a AZIENDA SPECIALE "EVARISTO ALMICI" presso BCC del Garda IBAN IT 06 Q 08676 55090 000000702223

  • attraverso la consegna della donazione direttamente in Casa Almici rivolgendoVi al Direttore generale Dott.ssa Stefania Mosconi

  • Qualunque sia la modalità di donazione, è importante indicare nella causale di versamento il vostro evento (es. "nascita Mattia", "pensionamento Giuseppe", "laurea Federica"): solo così potremo ringraziare e informare sul progetto sostenuto voi e i vostri cari.

    LASCITO TESTAMENTARIO

    Nonostante sia bassa la percentuale di persone che in Italia fa testamento, questo risulta essere l'unico modo per avere la certezza che le proprie volontà vengano rispettate, oltre che un modo per continuare a partecipare alla vita anche quando il nostro percorso terreno sarà terminato.

    E' bene precisare preliminarmente che, l'eredità si devolve per legge o per testamento.

    In assenza di testamento, l'eredità è distribuita secondo il principio delle successioni legittime.

    Nella successione legittima la designazione degli eredi avviene in forza di legge.

    In particolare l'eredità si trasferisce al coniuge, ai discendenti legittimi o naturali (es: figli e figli dei figli), agli ascendenti legittimi (es: genitori), ai collaterali (es:fratelli), agli altri parenti.

    In presenza di più soggetti, è erede il parente più prossimo, con esclusione dei parenti più remoti.

    Se si vuole che il proprio patrimonio abbia una ripartizione diversa da quella prevista dalla legge, la quale non può tenere conto di particolari condizioni di famiglia, né di rapporti intercorsi in vita con i parenti stessi, oppure se si vuole beneficiare un estraneo o un ente di pubblica utilità (es. Casa di Riposo), in questo caso è necessario provvedere con un testamento. La legge italiana limita la libertà di disporre per testamento, a tutela della famiglia: vi sono infatti alcuni familiari, i più vicini, i cosiddetti "legittimi" che hanno sempre diritto ad una quota di eredità.

    I legittimi sono i coniugi, i figli legittimi, i figli naturali, gli ascendenti legittimi.

    Quindi soltanto chi non ha legittimari ha una piena libertà di disporre dei propri beni con il testamento.

    La quota disponibile può quindi essere definita quella parte del patrimonio ceduto in successione della quale il testatore può liberamente disporre, senza alcun vincolo.

    Il Codice Civile stabilisce con chiarezza quali sono le quote disponibili e le quote non disponibili ossia quelle che devono essere riservate ai legittimari secondo la tabella che sotto si riporta:

    - solo il coniuge: 1/2 del patrimonio va al coniuge come quota di legittima e 1/2 come quota disponibile

    - se con il coniuge concorrono due o più figli, la complessiva quota di riserva è di ¾ di cui spettano al coniuge ¼ del patrimonio e 1/2 ai figli da dividersi in parti uguali tra tutti

    - solo il figlio (senza coniuge): 1/2 al figlio come quota di legittima e 1/2 come quota disponibile

    - due o più figli (senza coniuge): 2/3 ai figli come quota di legittima e 1/3 come quota disponibile

    - solo ascendenti legittimi: 1/3 agli ascendenti come quota di legittima e 2/3 come quota disponibile

    - coniuge e ascendenti legittimi: 1/2 al coniuge, 1/4 agli ascendenti come quota di legittima e 1/4 come quota disponibile

    Pertanto, qualora il testatore sia completamente solo, e non abbia quindi parenti che possano rientrare nei cosiddetti legittimari, il testamento è lo strumento che consente di disporre per intero del proprio patrimonio. Senza testamento la successione è più complessa: vengono contattati parenti fino al sesto grado oppure, in loro assenza, tutto va allo Stato.

     

    Per il disponente: come si redige un testamento?

    Il testamento (art. 587 c.c.) è un atto con il quale un individuo dispone delle proprie sostanze per il tempo in cui avrà cessato di vivere. È un atto strettamente personale che può essere eseguito sotto forma di testamento olografo o testamento pubblico o testamento segreto.

    Il testamento olografo è la forma più utilizzata e per essere valido deve essere scritto di proprio pugno dal testatore, recare la data (giorno, mese e anno), essere firmato dal testatore e indicare chiaramente chi sono gli eredi. È consigliabile redigerlo in duplice copia consegnandone una a un notaio. Il testamento rimane valido finché non venga espressamente o implicitamente revocato con un testamento successivo. È tuttavia consigliabile, anche nel caso del testamento olografo, farlo leggere a un notaio che verificherà la presenza di tutti i requisiti e la chiarezza dei contenuti e potrà tenerne una copia in modo tale che non si corra il rischio che il testamento olografo venga distrutto, occultato o smarrito.

    Il testamento pubblico è redatto dal notaio in presenza di due testimoni

    Anche il testamento segreto è un atto che necessita dell'intervento di un Notaio. Il testamento segreto può essere scritto dal testatore e sottoscritto da lui alla fine delle disposizioni; oppure può essere scritto da un terzo o addirittura con mezzi meccanici purché sottoscritto dal testatore su ogni mezzo foglio.

    Non occorre la data e il testamento può essere scritto in qualsiasi lingua.

    Il testatore deve presentare a un Notaio alla presenza di due testimoni il testamento già sigillato o da sigillare immediatamente dal Notaio stesso e dichiara che vi è contenuto il proprio testamento; questo pertanto rimane segreto perché nessuno può leggerlo.

     

    Consulenza notarile gratuita dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 12

    L'associazione notarile "Il Notaio nella Società" è nata nel 2007 con l'obiettivo di offrire all'utenza, in modo continuativo, un servizio di consulenza gratuita in materia notarile.

    Per il servizio di consulenza gratuita, un Notaio associato è a disposizione del pubblico nella sede dell'Associazione in via Ugo La Malfa n. 4 tutti i giorni, dal lunedì al venerdì, dalle 9.00 all 12.00.

    Per informazioni:

    Associazione "Il Notaio nella Società"

    Via Ugo La Malfa 4

    tel 0302425570 - fax 030224088

    notaionellasocieta@alice.it

     

     

    E' finalmente arrivata l'estate e quindi dal prossimo Martedì 24 Giugno il gruppo di cammino del pomeriggio partirà alle ore 20.00 da Casa Almici. continua ...
    Casa Almici organizza un breve soggiorno di vacanza a Salò per i nonni del Centro Diurno e per gli anziani del paese che desiderano trascorrere una vacanza continua ...
    Una nuova iniziativa per promuovere (divertendosi) la salute delle persone attraverso l'attività motoria continua ...
    Destinazione 5 X mille a favore di Casa Almici continua ...